Bartolo Sammartino

Bartolo Sammartino

 

 

Curriculum vitae

 

Bartolomeo Sammartino è nato il 17 maggio 1968, è sposato con Olimpia Randazzo e ha quattro figlie, Ginevra, Costanza, Sveva e Lucrezia.

Si è laureato in Scienze Politiche, indirizzo Politico Internazionale, presso l’Università degli Studi di Palermo il 5 luglio 1990 con il voto di 110/110 e la Lode.

Dal 7 novembre 1990 al 21 giugno 1991 si è specializzato negli studi per la carriera diplomatica seguendo a Roma il “Corso di preparazione-specializzazione” organizzato dalla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (S.I.O.I.), in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri; durante lo stesso ha approfondito lo studio del Diritto Internazionale e del Diritto delle Comunità Europee con i maggiori esperti del ramo.

Vincitore di Borsa di Studio offerta dall’Istituto Diplomatico di Roma per un soggiorno studio della lingua e del funzionamento della Pubblica Amministrazione della Repubblica Francese, a Parigi, presso l’Ecole National d’Administration (E.N.A.).

È stato Ufficiale di Complemento nel Corpo della Guardia di Finanza “Baschi Verdi” (Corpo speciale della G.d.F. per l’Antiterrorismo e il Pronto Impiego), dal 15 ottobre 1991 al 14 gennaio 1993, periodo durante il quale ha partecipato alla missione denominata “Vespri Siciliani” disposta a Palermo in seguito alle stragi dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Si è abilitato all’insegnamento nelle scuole medie superiori per le discipline della classe di concorso di “Filosofia, Psicologia e Scienze Sociali”, conseguendo il punteggio di ottanta ottantesimi (80/80) in data 4 marzo 2000.

Parla correntemente la lingua inglese che ha approfondito durante i suoi studi svolti a Oxford, e la lingua francese grazie a una prolungata permanenza in Francia.

È stato assistente volontario della cattedra di Diritto Internazionale del Professore Augusto Sinagra della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo per gli anni accademici 1995-96 e 1996-97.
Docente all’Istituto Superiore di Giornalismo presso l’Università degli Studi di Palermo, a partire dall’anno accademico 1996-97, in qualità di assistente del Professore Paolo Ungari, per la cattedra di “Tutela dei Diritti Umani”. Titolare della stessa cattedra per gli anni accademici 1999-2000 e 2000-2001.

Esperto di Politica Estera, come componente del gruppo di ricercatori amministrato dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e dalla N.A.T.O. di Bruxelles, ha rappresentato la Repubblica Italiana nell’ambito del programma di visita delle più significative basi militari della N.A.T.O. e di altre organizzazioni per la sicurezza in Europa.

Cultore di Antropologia Criminale, cattedra diretta dal Professore Gaetano Ingrassia, della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo dall’anno accademico 1999-2000 al 2002-2003.

Fondatore e Presidente nazionale dell’Accademia Nazionale della Politica (A.N.d.P.), Istituto di Cultura già attivo dal 1997, che persegue il fine dell’alta formazione politica e culturale soprattutto delle giovani generazioni, con sede centrale a Palermo e sedi distaccate a Milano, Enna, Ragusa e Trapani, avente personalità giuridica, riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali e con all’attivo prestigiose collaborazioni con istituzioni politiche, culturali e scientifiche, a carattere regionale, nazionale e internazionale.

Direttore del Corso di Studi Politici e Culturali dell’Accademia Nazionale della Politica dal 1996, master di alta formazione politica a cui hanno partecipato, nell’arco delle singole edizioni, migliaia di persone e i nomi più prestigiosi della politica, della cultura, della religione, della scienza e dell’economia nazionale e internazionale.

Dal 2004, Direttore Artistico della Rassegna d’Arte “Mitincanti” che, tramite le sue diverse sezioni (lirica, teatro, cinema, musica, danza e arti figurative) ha contribuito all’affermazione di molti giovani talenti nel panorama artistico nazionale e internazionale. “Mitincanti” ha occupato uno spazio fondamentale nella realizzazione di spettacoli inediti, prodotti appositamente per la Rassegna, e si è contraddistinta per l’apertura di piste di ricerca civile, etica e culturale anche mediante la sperimentazione di nuove formule di comunicazione artistica.

Ideatore e promotore dell’iniziativa nata nel 2004, dedicata a “I Luoghi dell’Anima”, itinerari volti a sviluppare il marketing turistico del territorio, la promozione ambientale ed eno-gastronomica siciliana e italiana, nelle sue espressioni culturali e tradizionali, attraverso la visita di località sparse su tutto il territorio, di specifica rilevanza spirituale, storica, culturale, e con il supporto di guide di prestigio.

Direttore editoriale, dal febbraio del 2009, della collana di libri e pubblicazioni denominata “Centro e Luce”, dedicata alla storia, all’arte, alla cultura euromediterranea e ad autori di spessore, la cui riflessione ha richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica e stimolato il dibattito culturale su temi storici e di grande attualità. La collana è stata inaugurata con il libro di Rodo Santoro dal titolo Castra et Palatia - La cultura siciliana dal Medio Evo al Settecento attraverso i suoi Castelli e i suoi Palazzi.

Fondatore e presidente dell’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia, in sigla I.E.ME.S.T., Ente di Ricerca iscritto all’anagrafe nazionale della ricerca del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica, con all’attivo numerose pubblicazioni nelle maggiori riviste internazionali con rilevante Impact Factor, ricerche finanziate da aziende private di rilievo internazionale, convenzionato con il C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche) per lo sviluppo della ricerca in ambito scientifico, e con tanti altri enti di ricerca nazionali e internazionali.

Coordinatore del gruppo di consulenza tecnica costituito a supporto dell’attività normativa promossa dalla Presidenza dell’A.R.S., in data 22 giugno 2009, a seguito della firma di una Convenzione tra l’Assemblea Regionale Siciliana e l’Accademia Nazionale della Politica.

Ideatore, coordinatore e direttore responsabile dei “Seminari di Promozione ed Educazione alla Salute per la popolazione”, in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo - Dottorato di Ricerca in Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche, l’Ordine dei Medici, l’Ordine degli Psicologi, l’Associazione Italiana Educazione Sanitaria, le Aziende Ospedaliere e l’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e tecnologia. Tale iniziativa viene realizzata con l’intervento d’illustri personalità del mondo della medicina e della scienza, ed è rivolta principalmente ai giovani dei licei, degli istituti tecnici e agli studenti universitari che, ad oggi, hanno assicurato un’attenta partecipazione, garanzia indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi formativi e informativi prefissati.

Pro Rettore della Libera Università degli Studi di Scienze Umane e Tecnologiche (L.U.de.S.) con sede a Lugano (SVIZZERA) con delega ai rapporti istituzionali e allo sviluppo delle politiche universitarie. Incarico svolto dal 9 settembre 2013 al giugno 2015.

Nominato, per decreto del Primo Ministro della Repubblica Francese, su proposta del Ministro dell’Educazione Nazionale, in data 25 agosto 2010, Cavaliere dell’Ordine delle Palme Accademiche “per i servizi resi alla cultura francese”.

Ha ricevuto diversi premi per meriti culturali e tra questi il Premio Pigna d’Argento e il Premio Jalari.

 

Esperienze politiche

Deputato al Parlamento Siciliano della XIII legislatura e componente la V Commissione Parlamentare - Cultura, Pubblica Istruzione, Formazione e Lavoro dal febbraio 2002 al giugno 2006.

Vicesindaco e Assessore alla cultura, turismo e sport del Comune di Palermo dal novembre 2001 al febbraio 2003.

Eletto Consigliere Comunale della città di Palermo il 30 novembre 1997 e componente della V Commissione consiliare Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Palermo.

 

Aggiornato al 16 gennaio 2016

In Fede
On. Prof. Bartolomeo Sammartino

LOGO-Accademia-150x150
LOGO-IEMEST-150x150

AGENDA

Nessun evento

LA SICILIA CHE VOGLIAMO

Bartolo Sammartino - Intervento alla trasmissione Time Magazine (Radio Time)